Ho ideato e condotto i laboratori di San Salvario Stories (insieme ad Andrea Ciommiento) con l'intento di permettere ai ragazzi che incontravamo di esplorare il proprio quartiere e di raccontarlo come se si trovassero dentro a un videogioco. 
Gli abbiamo dato come obbiettivo del gioco la raccolta di storie, fotografie, interviste degli abitanti del quartiere. A disposizione avevano gli smartphone, videocamere, microfoni, riprese 360 e caschi VR.  In questo modo hanno potuto "catturare" il loro quartiere, vederlo da punti di vista insoliti, utilizzando la tecnologia al servizio dell'immaginazione e del racconto. 
A partire dai materiali raccolti hanno costruito le loro storie del quartiere: dal reportage alla science fiction, dalla fiaba al racconto dell’orrore, dal fantasy alla detective story. 
Il risultato è una narrazione multimediale e sfaccettata del quartiere visto dai ragazzi che lo abitano. Cercate il QR code di San Salvario Stories nelle vie del quartiere per ascoltare i racconti e vedere i materiali prodotti
Le foto qui sotto sono di Diana Bagnoli, che ha documentato il laboratorio e partecipato aiutando i ragazzi nella realizzazione di fotografie
Back to Top